Menu Chiudi

L’aumento di psicopatologie nelle forze di polizia – Convegno, 18 ottobre 2019

Comunicato Stampa

“Quarantasei suicidi tra le forze dell’ordine dall’inizio dell’anno a oggi:
È emergenza”
Nasce il sindacato autonomo dei finanziari che inizia la sua attività richiamando l’attenzione dell’opinione pubblica e delle amministrazioni sul tema del suicidio

“I dati sono allarmanti, le percentuali altissime. Da gennaio a oggi in Italia si sono registrati 46 casi di suicidi nelle forze dell’ordine, ciò significa una media di un suicidio a settimana. Sentiamo la necessità di scuotere le coscienze. Non possiamo, non dobbiamo rimanere in silenzio rispetto a una tematica così delicata. Anche per questo motivo abbiamo cercato di fare sindacato. L’associazione sindacale per noi vuol dire stare tra i nostri colleghi. Capire quali sono le difficoltà e rivolgerci alla nostra amministrazione per dire che non possiamo girarci dall’altra parte e dobbiamo fare prevenzione. Non è più sufficiente la gestione del personale con le linee guida, qui c’è da chiedersi che cosa sta accadendo”.
E’ questo l’allarme lanciato dal segretario generale del sindacato autonomo del finanziari (SAF), Vincenzo Pellegrino, durante il convegno che si è svolto questa mattina, a Roma, al Centro Congresso Cavour.
L’occasione è stata utile anche per presentare ufficialmente il primo sindacato autonomo di categoria, sganciato dalle grandi centrali confederali e nato non solo per rivendicare il giusto riconoscimento economico, bensì per discutere e chiamare a raccolta i colleghi rispetto alle tematiche che riguardano più da vicino il personale della Guardia di finanza e le difficoltà che si incontrano quotidianamente.
Fra questi temi, quello del suicidio, di cui si è discusso nella giornata odierna. I numeri lasciano davvero poco spazio all’interpretazione ed è per questo che il segretario generale ha rivolto un appello anche all’Amministrazione, “affinché vengano presi dei provvedimenti per prevenire un fenomeno che, purtroppo, è in costante crescita”, ha chiarito. Basti pensare che, nel 2018, i casi di suicidio registrati in Italia sono stati 28. Quasi la metà rispetto al 2019.
Dello stesso tenore il presidente dell’associazione Gens Nova, associazione che tutela le fasce deboli, vittime di reati quali violenza, omicidi, tutela dei minori, nonché legale del sindacato autonomo dei finanzieri, Antonio La Scala: “Facciamo quello che gli altri non fanno. Quando si pensa al personale delle forze dell’ordine e del sindacato si parla solo delle tutele economiche. Ma non basta più – ha chiarito La Scala – aver scelto questo argomento ed essere qui a parlarne è già un grande passo in avanti. I suicidi sono la seconda causa di morte in Italia, dopo le gravi malattie. Preoccupiamoci di limitare il numero. Iniziamo a parlarne, a capire quali sono le cause e affrontare il problema. Bisognerebbe aggiungere anche solo un comma, non serve neanche una norma, per riconoscere la natura dolosa dell’istigazione al suicidio. Dobbiamo quindi parlarne, sviluppare strategie a livello psicologico, trovare uno strumento punitivo adeguato anche a livello normativo”.
Fra gli interventi, quello del segretario generale p.t. N.S.C., nuovo sindacato dei carabinieri, Massimiliano Zetti; il segretario nazionale del S.A.P. Michele Dressadore; il segretario nazionale del Si.N.A.P.Pe., sindacato nazionale autonomo della polizia penitenziaria Annalisa Santacroce; degli psicologi, Arturo Cirillo, Arianna Cerioni, Lilly Saponaro; infine l’intervento di Mauro Roccoli, del direttivo nazionale del sindacato autonomo dei finanzieri. Ha moderato l’incontro la giornalista Mara Azzarelli.

Angela Corica

Posted in Convegni, Generico

Related Posts